CORSO DI SICUREZZA PER OPERATORE LASER ESTETICO

30 GIUGNO – 1 LUGLIO

RICCIONE

A CHI E’ RIVOLTO?

Questo corso è obbligatorio per titolare e personale di centri estetici che utilizzano una apparecchiatura laser, sia essa di proprietà o a noleggio.

PERCHE’ E’ OBBLIGATORIO QUESTO CORSO?

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 – Titolo VIII – Capitolo V (Protezione dai rischi di esposizione a radiazione) chiunque utilizzi un’apparecchiatura laser di una determinata potenza ha alcuni obblighi di legge la cui violazione può comportare sanzioni pecuniarie e penali.
Le ASL hanno iniziato, in alcune regioni, a fare controlli e a sanzionare le imprese anche con il sequestro dell’attrezzatura.
Trattandosi di apparecchiature che presentano un certo livello di pericolosità è necessario procedere ad una apposita valutazione dei rischi.
Chiunque utilizzi professionalmente tali apparecchiature deve avere una FORMAZIONE SPECIFICA e certificata: non sono sufficienti le istruzioni eventualmente fornite dal venditore del macchinario.

In estrema sintesi le riportiamo sotto le linee guida corrispondenti alle norme nazionali di “Sicurezza dei prodotti laser di categoria 3 e 4” che includono anche i laser a diodo 808nm ad uso estetico per epilazione:

  • la nomina di un esperto di sicurezza laser in grado di supportare l’operatore e monitorare il funzionamento sicuro della tecnologia;
  • definire una zona laser ad accesso controllato dove siano previste chiusure di sicurezza per evitare ingressi non autorizzati;
  • segnalare la zona laser con spie luminose, segnaletica di pericolo, ecc.;
  • consentire l’accesso solo alle persone dotate degli adeguati Dispositivi di Protezione Individuali avendo cura della loro integrità.

Questi sono i “punti salienti” presenti nella normativa e se ci fossero dubbi, potete anche contattare le persone che all’interno delle ASL o altri organi competenti fanno riferimento a questa normativa:

  • responsabile del servizio di prevenzione e protezione
  • esperto sicurezza laser

 

Clicca sulla locandina per conoscere il programma!

La legge
Valutazione del Rischio
L’articolo 181, comma 2 delD.Lgs.81/2008 La valutazione dei rischi derivanti da esposizioni ad agenti fisici è programmata ed effettuata, con cadenza almeno quadriennale, da personale qualificato nell’ambito del servizio di prevenzione e protezione in possesso di specifiche conoscenze in materia.
Il Capo V del Titolo VIII del D.Lgs.81/2008, tratta della protezione dei lavoratori dai rischi fisici associati all’esposizione alle Radiazioni Ottiche di origine artificiale, e a questo argomento sono esclusivamente dedicati gli approfondimenti proposti a seguito.
L’Art. 216. Identificazione dell’esposizione e valutazione dei rischi prescrive che nell’ambito della valutazione dei rischi di cui all’articolo 181, il datore di lavoro valuta e, quando necessario, misura e/o calcola i livelli delle radiazioni ottiche a cui possono essere esposti i lavoratori.
La metodologia seguita nella valutazione, nella misurazione e/o nel calcolo deve rispettare le norme della Commissione elettrotecnica internazionale (IEC).
Per quanto riguarda il Laboratorio estetico, quanto espresso dal D.Lgs. 81 / 2008 in termini di Valutazione del rischio, afferma in sintesi che, stando anche alle norme CEI correlate,il DVR (Documento di Valutazione del Rischio) debba contenere una corretta valutazione del rischio Laser, con calcoli effettuati da un TSL (Tecnico Sicurezza Laser), anche esterno.
Obblighi per l’utilizzatore
Per l’utilizzatore la questione è meno definita.
La CIIP (Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione) fornisce nei termini che seguono la risposta definitiva alla questione
La normativa nazionale CEI 76-6 prevede al punto 3.1 e successiva nota, che in “piccoli ambulatori” il ruolo di ASL possa essere assunto dall’utilizzatore professionista, purché abbia le competenze necessarie. In effetti, è responsabilità del professionista che utilizza il laser essere a conoscenza delle prescrizioni per un uso sicuro e assumersi le responsabilità amministrative del ASL. Ciò significa che questi dovrebbe essere responsabile tra l’altro della Zona Laser Controllata, della segnaletica, del corretto utilizzo degli occhiali di protezione e delle altre misure di sicurezza sia per il paziente sia per il personale, della manutenzione e delle altre operazioni necessarie per un funzionamento sicuro dell’apparecchio laser che sta utilizzando. È nostro parere che gli utilizzatori debbano seguire un corso di formazione con attestato finale della durata di almeno 25 ore.

Iscrizioni entro e non oltre il 15 giugno pv. Successivamente all’iscrizione le saranno inviate tramite la mail fornita, le istruzioni ove effettuare il pagamento e sarà accreditato solo alla ricezione dello stesso.

Per iscrizioni, informazioni e per conoscere le “tariffe gruppo”, inviare la richiesta compilando il form sottostante.

INVIA LA TUA RICHIESTA

Seleziona una delle due opzioni:

Indicare nel campo libero sottostante eventuali intolleranze e/o allergie e qualsiasi richiesta particolare o informazione.